Il reattore per la CO2

Molti di noi usano la CO2 per far crescere meglio le piante e per stabilizzare il Ph. Il problema che spesso incontriamo è come riuscire a sciogliere al massimo questo gas in acqua. Usando dei componenti che tutti abbiamo ho realizzato questo reattore di CO2. Ho preso una provetta di quelle che si usano per controllare l'acqua, quella che ho utilizzato io è della Sera ma và benissimo un qualsiasi contenitore, più è grande e più acqua ci possiamo far arrivare e di conseguenza più CO2 è possibile sciogliere, il limite è dato solo dall'estetica. Dunque, dicevo che ho preso questa provetta completa di tappino, ho bucato il tappo e ci ho inserito tre tubicini, uno è quello che arriva dalla bombola della CO2, uno arriva direttamente dall'uscita del filtro, in pratica ho inserito il tubicino dentro al tubo di uscita del filtro, l'ultimo è solo un pezzetto lungo 5 o 6 cm. Il funzionamento è molto semplice, l'acqua che esce dal filtro entra nella provetta e esce dal tubicino corto. All'inizio la provetta và riempita completamente di acqua. In pratica cosa succede, la CO2 arriva nella provetta e, grazie al movimento dell'acqua in arrivo viene sciolta e esce dal tubicino corto, Se arriva troppo gas la provetta espellerà l'acqua al massimo fino al livello del tubicino corto e poi fara' uscire le bolle di CO2, questo ci serve per avere la certezza di riuscire sempre a contare le bolle di CO2 in arrivo perche' fino al livello del tubicino corto ci sarà sempre l'acqua e quindi, anche in caso, l'acqua in arrivo non riuscisse a scioglire tutta la CO2 presente, rimarrà comunque uno strato di acqua sufficente a vedere le bollicine di gas che entrano nella provetta. Uno dei vantaggi di questo sistema è che anche in caso di aumenti improvvisi dei dosaggi della CO2 il rischio per l'acquario è abbastanza ridotto perché il gas in eccesso che non viene sciolto uscirà dalla provetta e verrà sciolto solo in minima parte.