FAI DA TE

Volete schiudere le artemie senza spendere una cifra esagerata per un contenitore in plastica? Bene, questa e' la mia idea.
Ho preso un contenitore per il frigorifero, di quelli che si trovano nei mercatini per un euro, un pezzetto di pvc nero e della stagnola. Ho tagliato il pvc in modo che potesse fare da divisorio nella vaschetta e poi ho fatto tre fori a mezza altezza. Con il silicone ho messo questo pezzo di pvc in modo da dividere il contenitore in due parti. Fatto questo ho rivestito il contenitore e il coperchio con la stagnola in modo che quando e' chiuso all'interno sia praticamente buio. Da un lato del contenitore, sulla stagnola, ho fatto un foro di un centimetro.
Rispetto alla foto che c' qui accanto ho fatto delle modifiche, una mi stata suggerita sul newsgroup it.hobby.acquari ed stata quella di aggiungere un ulteriore sbarramento con un'altro pezzo di PVC forato in modo che sia sempre pi difficile che le uova arrivino nell'ultimo scomparto. L'altra modifica stata quella sul colore del contenitore, pi e' scuro e meglio .
A questo punto non rimane che preparare l'acqua (30-35 g di sale per ogni litro d'acqua) e metterla dentro il nostro contenitore in modo che i fori del divisorio siano tutti sommersi. Il coperchio non deve chiudere troppo bene, deve esserci la possibilita' di far circolare un minimo d'aria. Dalla parte dove non c'e' il foro nella stagnola mettiamo le uova di artemia. Quando le artemie si schiuderanno passeranno attraverso i fori e andranno verso la poca luce che filtra dal foro della stagnola, a questo punto non rimane che prenderle con una siringa e sciacquarle. Le uova rimarranno a galla, qualcuna andra' a fondo ma, comunque, non passeranno attraverso i fori e quindi rimarranno separate dai naupli.