DEMEKIN

 

Origine:
Cina, (probabilmente) 1592.
L'origine di questo pesce è piuttosto controversa, essendo probabilmente una forma originata da una mutazione genetica naturale. E dunque impossibile stabilire con assoluta certezza da quale ceppo provenga.
Altri nomi:
Occhio di drago, Globe-eye (Telescope eye in U.S.A.)
Derivazione:
E' una mutazione genetica naturale della Carpa Crucian o del Carassius auratus selvatico.
La testa del Demekin, alla nascita, non differisce dagli altri Carassius, ma con il tempo i bulbi oculari si protendono verso l'esterno, fino a formare una pronunciata "T". Esistono tre varietà riconosciute di occhi:
- Sferoidi, i più comuni, dove i bulbi appaiono come semisfere sporgenti e le loro base sono grandi quasi quanto l'intero profilo del muso;
- Ovali, dove i bulbi si protendono maggiormente verso l'esterno, la cui base risulta di diametro inferiore degli Sferoidi;
- Conidi, dove la base è larga quanto gli Sferoidi ma poi tende a diminuire di diametro, arrivando ad essere una punta arrotondata sulla estremità.
Lo standard ideale prevede che il corpo dell'animale debba essere corto e tondeggiante (ma non cosí sferico da essere considerato egg-shaped) e con perfetta simmetria degli occhi.
Variazioni:
Esistono moltissime varietà di Demekin. Il più famoso è sicuramente il Kuro Demekin (Black Moor) che però, per essere perfetto, dovrebbe avere esclusivamente occhi Sferoidi e un colore profondo, nero opaco in ogni parte del corpo.
Molto famoso negli ultimi anni anche il Demekin Panda, un pesce che ha dato origine anche al termine Panda riferito alla colorazione (esattamente come nel vero panda, è bianco e nero e normalmente gli occhi sporgenti sono coperti da macchie nere). Se il Demekin ha un Wen sulla testa, viene detto "Dragon-head", una varietà difficile da ottenere, da alcuni considerata molto pregiata, da altri puristi non molto apprezzata.
ATTENZIONE:
Questo pesce non va assolutamente pescato con retini ma con le mani (meglio se indossando guanti) per evitare di danneggiare gli occhi. La tecnica giusta per la manipolazione del pesce è utilizzare le mani a conca e sostenerlo gentilmente senza assolutamente stringerlo. Dovrebbe inoltre venire ospitato in vasche larghe ma non troppo profonde in compagnia solo di altri Demekin o Celestial o Bubble-eye, per evitare che pesci più agili e aggressivi possano limitarlo nell'assunzione del cibo o ferire i suoi occhi.

 

 

Kuro Demekin
immagine di GoldfishConnection.com

 

 

Panda Demekin
immagine di Tung Hoi Aquarium Co.