VEILTAIL

 

Origine:
Giappone, in seguito U.S.A. e Europa.
Derivazioni:
Forse dal Ryukin nella forma Ribbontail.
Caratteristiche:
Il primi esemplari giunsero alla Fiera Mondiale di Chicago nel 1893 inviati direttamente dal Governo giapponese e questo pesce divenne immediatamente famoso. I sopravvissuti di questa collezione, vennero salvati da Mr.William P. Seal e dati in affidamento a Mr. Barrett, creatore della mostra nazionale "World's Fair Fish", una famosa manifestazione annuale ripetuta per i 15 anni successivi. Il momento di massimo splendore per questo pesce è stato indubbiamente nel periodo fra le due guerre e fu a Philadelphia che si produssero i migliori esemplari attraverso un'attenta selezione che rischiò però di concludersi quando ebbe inizio la seconda guerra mondiale. Fortunatamente, una gran quantità di esemplari erano stati disseminati in nord America ed in Europa. Al termine della guerra, purtroppo, gli esemplari nord-americani erano ormai tutti scomparsi, e fu solo grazie all'Europa che la selezione poté continuare.
Il Veiltail non ha la grossa gobba sulla schiena tipica dei Ryukin, ma conserva il medesimo finnage lungo e leggero.
Variazioni:
In origine il Veiltail era esclusivamente Metallic. In seguito, attraverso incroci con i Demekin (descritto subito sotto), venne sviluppata e fissata la colorazione Nacreous. Tutti gli appassionati concordano che per quanto belli siano gli esemplari Nacreous oggi presenti, purtroppo la razza è andata peggiorando con il passare del tempo. Fortunatamente almeno la scala cromatica Metallic è invece rimasta qualitativamente invariata.

 

 

Veiltail
immagine di GoldfishConnection.com